sabato 20 aprile 2013

Un sabato di guerriglia

Sabato libero, clima perfetto e un accenno di nuvole che promettono pioggia....
Che splendida congiunzione astrale!

Grandi movimenti, oggi.

Si inizia con i tulipani dell'operazione "Ditelo con i fiori". Sono ancora in gran forma, ma presto sfioriranno. Meglio seminare qualcosa: ho disperso minuscoli - anzi microscopici! - semi di Lobelia (anche detta Palazzo di Cristallo). E' una bustina che comprai l'anno scorso in offerta. Staremo a vedere.



Aggiunti moltissimi semi di "fiori nani non identificati" (presumibilmente delle margheritine gialle) intorno agli oleandruzzi dello spartitraffico di via Badini, dietro la chiesa. 
Stessa cosa, nell'aiuola dell'operazione "Discarica Abusiva": anche qui, i tulipani, presto ci lasceranno e - a dire il vero - non mi sembra che le pervinche abbiano intenzione di fiorire. Forse la posizione e' troppo soleggiata.

Tappa successiva, i tulipani dell'operazione "A ciclo continuo". O meglio, quel che ne resta. Dei trenta boccioli, si sono salvati da furti e vandalismo solo quattro fiori. Spero, almeno, di poter recuperare i bulbi per l'anno prossimo. Con un rastrellino, ho smosso delicatamente la terra per seminare girasoli. Chissa' se si ruberanno anche questi....
Eran trecento, eran giovani e forti....
e se li son fregati tutti!

Procedendo, ho posizionato la recinzione intorno all'aiuola dell'operazione "Arrenditi! Sei circondato!": le zinnie sono spuntate a decine e sembrano in forma. Meglio proteggerle da incauti passanti e da cani bisognosi.


Ho poi aggiunto due edere a uno dei due Vasi Comunicanti  visto che le piantine messe l'anno scorso sembrano non aver intenzione di collaborare.



A quel punto, non restava che tentare due nuove operazioni....

Operazione "Mi scappa la pipi', papa'!"
In piazza Bagneres de Bigorre e' stato rimosso, da una delle buche, un grosso ibiscus, probabilmente perche' malato. Ad oggi, non e' ancora stato rimpiazzato dal giardiniere condominiale (si tratta di uno spazio privato). La piazza e' molto bella, con un grande giardino e sembra fatta apposta perche' i bambini ci possano giocare. E quando i bambini vedono una buca piena di terra, non possono evitare di rotolarcisi dentro come Peppa Pig. 
Avendo notato, tuttavia, che spesso quella buca viene utilizzata come vespasiano dai cani, non e' che mi facesse troppo piacere veder mio figlio affondare mani e piedi in quella che ormai e' diventata una lettiera.
Morale della favola: pur sapendo che la presenza dei bambini mette a rischio tanto la recinzione quanto la riuscita dell'operazione, ho sparso molti semi di girasole.
Ho appositamente evitato di piantare qualcosa di perenne perche' credo che il giardiniere condominiale aspetti la stagione adatta (e la delibera del condominio) per piantare qualcosa di piu' duraturo.
Il cartelluzzo e' molto chiaro, credo. Voi che ne dite?



Operazione "Chi la dura, la vince".
L'anno scorso ho attaccato piu' volte questa aiuola, facendo una grande fatica per vangarla, viste le radici del gigantesco pioppo che fa la guardia. Il risultato, e' stato piuttosto modesto: i girasoli e persino i topinambur hanno stentato.
Quest'anno ho optato per il trapianto di alcune talee ben riuscite di gelsomino di san Giuseppe. Ho poi sparso decine di semi di malva reale.
In questa aiuola, mi e' molto difficile arrivare con un carico d'acqua: si trova molto distante da ognuna delle fontanelle che normalmente frequento. E ho notato che i condomini del palazzo a fianco, pur avendo un aiuola proprio a ridosso della rete, non si sono mai preoccupati di allungare il tubo oltre la recinzione. Per questo, ho utilizzato piante dalle scarsissime richieste idriche.




Per oggi, basta cosi'. Ora e' il momento di stendere la sfoglia e preparare le tagliatelle.
Dopo i muscoli delle gambe e delle spalle, e' ora di allenare quelli delle braccia!

3 commenti:

  1. Ho visto i fiori, ma ho mangiato le tagliatelle!!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il grumo di tagloatelle, vorrai dire :(

      Elimina
  2. Un cespuglio! :) No, no, erano buonissime e i grumi forse te li sei presi tutti tu. Mi manca il tavolo di lavoro per provare. Vorrei imparare a cucinare meglio anche io. Per ora copicchio il giardinaggio con le piantine sul balcone. Ne stanno fiorendo molte, ma i girasoli che attendiamo e che ormai hanno raggiunto quasi il balcone superiore!), hanno già le foglie bruciacchiate dal sole e siamo solo a maggio... :(

    RispondiElimina