sabato 30 marzo 2013

Recensione: "E poi... e' primavera"


E poi... è primavera!

"E poi.... e' primavera" e' un libro illustrato per bambini.
Mia moglie l'ha comprato per fare, insieme, un regalo a me e mio figlio, sapendo che sto tentando di educare (qualcuno potrebbe dire indottrinare) il nanetto all'amore per i fiori, al rispetto per le cose pubbliche e alla manutenzione della propria citta'.
Un mini-giardiniere non autorizzato, insomma.

Le illustrazioni che accompagnano la narrazione sono piuttosto belle (la copertina del libro, che vedete qui sopra, ne e' un esempio), direi quasi artistici.
Non mi spingo a commentarli da un punto di vista tecnico: non sono un fumettista, ne' un illustratore (se e' per questo, nemmeno un giardiniere, direte voi!). Eventualmente, potrete rivolgere qualche domanda a mia cognata Upi, addetta ai lavori,  il cui sito e' ospitato su Shockdom.com.

Ora che avete oltrepassato la riga della pubblicita' occulta (uaz! uaz! uaz!), parliamo del libro.

C'e' un bambino occhialuto, pallido, che in autunno osserva la campagna intorno casa.
E' tutto marrone: marroni gli alberi, marrone la terra, marrone il fango dopo le giornate di pioggia interminabile.
Il bambino pianta dei semi e aspetta. Ogni giorno esce di casa e controlla, ma per molto tempo tutto sara' sempre marrone (e' ripetitiva, la narrazione, ma ai bambini questo piace. Ecco perche' chiedono sempre la stessa storia da leggere, prima di dormire).
A un certo punto, avra' persino un dubbio e osservera' con la lente di ingrandimento un monticello di terra, chiedendosi se forse, quello, e' un po' di verde, ma restera' deluso:
"no e' solo marrone, un tipo di marrone".

Il bambino - di cui non ci verra' detto il nome - fara' la guardia a quei semi, per settimane, preoccupato perche' gli uccelli possono mangiarli oppure possono passare gli orsi e rovinare tutto:

"gli orsi non leggono i cartelli che dicono <<per favore non calpestare: ci sono dei semi che ce la stanno mettendo tutta>> "

Con il passare del tempo pero', tutto quel marrone diventa un marrone un po' diverso finche' avra'

"un mormorio verde che puoi sentire solo se chiudi gli occhi e appoggi l'orecchio a terra".

Passano le settimane e, all'improvviso, da una pagina all'altra, e' scoppiata la primavera e tutta la campagna e' verde. Gia', di colpo: non c'e' stato tempo per notare piccoli germogli crescere. Il giorno prima era tutto marrone e, oggi e' tutto verde.
Il bambino, finalmente, gioca sull'altalena che aveva preparato fin dalla brutta stagione.

Leggendo questa storiella, non ho potuto fare a meno di captare innumerevoli affinita'.
Quante volte, noi giardinieri non autorizzati, passiamo a osservare l'aiuola dove abbiamo interrato i bulbi di tulipano? Quanta delusione, nel trovarla ancora spoglia?
E siamo preoccupati, perche' possono passare gli orsi a rovinare tutto, e i nostri orsi sanno leggere benissimo, ma a volte se ne infischiano dei bei cartelli che mettiamo a guardia dei giardini d'assalto.
Poi, un giorno, notiamo un germoglio: ieri non c'era, porca paletta, e oggi c'e'! Anzi, a guardare bene, se ne vedono a decine! E poi.... e' primavera!

Consigliatissimo a chi, giardiniere non autorizzato, ha figli/nipoti/cugini da educare.


"E poi.... e' primavera" di Fogliano Julie e Erin E. Stead
2013, 36 pagine, rilegato
prezzo: 13,00 euro

3 commenti:

  1. A chi lo dici... vado a controllare l'eventuale comparsa dei germogli, dei fiori o delle piantine almeno due volte al giorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i semini sul balcone hanno germogliato!!!

      Elimina
  2. Prima o poi, mi toccherà postare le vignette/gag sul nostro bombo (james BOMB!)con le nostre gardenie! :)

    Grazie della segnalazione :) Onoratissima!

    RispondiElimina